Day Labor Station

Day Labor Station è una semplice struttura ricettiva, assemblata secondo criteri di modularità e flessibilità, posizionata nelle diverse parti della città con lo scopo di ospitare i servizi e le attrezzature necessarie per favorire la ricerca di un lavoro da parte dei disoccupati; una sorta quindi di ufficio di collocamento “mobile”.

Il progetto è opera dell’associazione Public Architecture con la collaborazione di Francesco Fanfani (socio fondatore di Kindi) avvenuta durante la primavera del 2009 a San Francisco.

Si tratta di una struttura progettata seguendo anche i criteri di sostenibilità e utilizzando materiali e tecnologie ecocompatibili. Risulta costituita da uno spazio centrale, protetto da una tettoia, necessario a ospitare i lavoratori in attesa di un collocamento; una piccola mensa; un ufficio e un blocco di servizi igienici.

In quanto tale, la struttura sarà abbastanza flessibile da servire anche come spazio d’incontro e di divulgazione di diverse attività  attraverso veri e propri corsi di formazione, così come potrà ospitare anche una serie di orti urbani utili alla riqualificazione di alcuni quartieri della città.

Il progetto della Day Labor Station è stato esposto presso il Cooper-Hewitt National Design Museum di New York, dove è stata costruita una porzione in scala 1:1 della struttura.

Questo progetto ha l’ambizione di essere più che un semplice pezzo da museo, è stato quindi individuato un sito nella città di Los Angeles da considerarsi come sede permanente per il primo prototipo completo, per poi distribuire il prototipo con tutte le sue attività in tutto il paese.