BVeg

La ristrutturazione del BVeg (Beer and VegItalian Food) è stata curata da Federica, Francesco e Valeria di Kindi.
L’idea del BVeg è nata da una sagra di cucina vegetariana e birre artigianali, evento nato dalla passione di Massimiliano e Vania. Proprio durante quest’occasione Massi e Vania hanno invitato Kindi a creare uno spazio Fritolìn – nebbia + fritto… a quel punto la frittata era fatta!
Da quell’esperimento embrionale è nato il BVeg, che non è stata solo un’idea ma un vero e proprio flusso di idee continuo e incessante tra Vania e i ragazzi di Kindi. Ma le idee da sole non bastano, e una squadra di artistici artigiani – Goytom, Massimo, Pasquale, Luchas – ha completato l’opera in pochi mesi. Li troverete spesso davanti al bancone mentre dietro ci sarà Massi a spillare le birre, rigorosamente artigianali.
Anche Jack Salizzoni di Guerrilla Gardening ci ha messo del suo, mentre di Camilla Catrambone sono alcune delle fotografie esposte nel locale e sue sono quelle che trovate su questo sito.
L’idea del BVeg era quella di offrire birre di qualità e proporre la cucina vegana e vegetariana in maniera molto libera, laica e spontanea. Per questo motivo, nonostante offra piatti vegani, si può dire che la frittata è fatta. L’idea è diventata realtà in via Orti Orticellari n.6